Paolo Borsellino e l'inestimabile eredità morale e culturale

19.7.12 Led Genda 0 Comments

La "rivoluzione" si fa nelle piazze con il popolo, ma il cambiamento si fa dentro la cabina elettorale con la matita in mano. Quella matita è più forte di qualsiasi arma, più pericolosa di una lupara, più affilata di un coltello.
Paolo Borsellino


Omaggio alla memoria di Paolo Borsellino e degli agenti di scorta: Agostino Catalano (caposcorta), Emanuela Loi (prima donna a far parte di una scorta e a cadere in servizio), Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina. L'Eredità nelle parole e nell'operato di Paolo Borsellino, uomo esemplare di sani principi morali, di rettitudine e di riservatezza.

"Non sono né un eroe né un Kamikaze, ma una persona come tante altre. Temo la fine perché la vedo come una cosa misteriosa, non so quello che succederà nell'aldilà. Ma l'importante è che sia il coraggio a prendere il sopravvento... Se non fosse per il dolore di lasciare la mia famiglia, potrei anche morire sereno."


Lettera di Agnese Borsellino... 

 

0 commenti: